delegado ZERO
la más hermosa de todas las dudas es cuando los débiles y desalentados levantan su cabeza y dejan de creer en la fuerza de sus opresores

lunedì, aprile 07, 2008

ELEZIONI ATTO 2NDO




A me non va di astenermi dal commentare le elezioni politiche,
sara che essendo residente all'estero ho sviluppato una critica
piu obbiettiva,non essendo direttamente coinvolto,sara che in
base alle nostre elezioni scegliamo coloro che dovranno
amministrare il futuro dei miei figli.Nel tentativo di
documentarmi nel modo migliore possibile,mi sono accorto di una
certa apatia dei miei connazionali nel voler esercitare il loro
diritto di voto...dovuta alla poca fiducia riscossa dalla attuale
classe politica!Ho ascoltato show man incitare il popolo campano
all'astensione alle urne per sottolineare in modo piu marcato
la grave situazione dello smaltimento dei rifiuti!
A questo proposito non tutti sanno che la legge italiane prevede
il rifiuto di esercitare il voto verbalizzandolo!Provo a spiegarmi,
il fatto è che quando si va al seggio elettorale e dopo aver
vidimato le schede si dovrebbe dichiarare che ci si rifiuta di
votare e che questo rifiuto si vuole metterlo a verbale!
La ragione di una verbalizzazione del rifiuto è che mentre le
schede nulle o bianche sono annullate le schede di rifiuto
sono valide e vengono quindi contate!
"L'astensionismo passivo non fa percentuale di media votanti e
riguardo alle elezioni legislative il nostro sistema di
attribuzione non prevede nessun quorum di partecipazione.
Quindi, se per assurdo nella consultazione elettorale votassero
tre persone, ciò che uscirebbe dalle urne sarebbe considerata
valida espressione della volontà popolare e si procederebbe
quindi all'attribuzione dei seggi in base allo
scrutinio di tre schede.Altresì le schede bianche e nulle, fanno si
percentuale votanti, ma vengono ripartite, dopo la verifica in sede
di collegio di garanzia che ne attesti le caratteristiche di bianche
o nulle, in un unico cumulo da ripartire nel cosiddetto premio di
maggioranza
"...
Pertanto un rifiuto del voto fatto in modo inteligente eviterebbe che
per esempio, votando bianca o nulla alle prossime elezioni a chiunque
vincesse gli andrebbero attribuite suddette schede come premio di
maggioranza!Se io consegnassi scheda bianca e dovesse vincere la
lega ...si vedrebbero attribuito anche la mia scheda!Bel programma
non c'e che dire!Il metodo di astensione dunque deve essere applicato
correttamente, un metodo che garantisce di essere parte della
percentuale votante (quindi non delegante) ma consente di non far
attribuire il proprionon-voto al partito di maggioranza. E' infatti
diritto dell'elettore recarsi al seggio e una volta fatto vidimare
il certificato elettorale, AVVALERSI DEL DIRITTO DI RIFIUTARE
LA SCHEDA
, assicurandosi di far mettere a verbale tale decisione;
è possibile inoltre ALLEGARE IN CALCE AL VERBALE, UNA BREVE
DICHIARAZIONE IN CUI, SE VUOLE, L'ELETTORE HA IL DIRITTO DI ESPRIMERE LE MOTIVAZIONI DEL SUO RIFIUTO

(es.: 'Nessuno dei candidati qui riportati mi rappresenta')
Ovviamente se il numero delle schede
"correttamente rifiutate"lo consente,costringerebbe questa classe
politica ormai decotta a una immane arrampicata sugli specchi per
riempire i seggi lasciati vuoti dalle schede "rifiutate" e di
conseguenza sarebbero costretti a rivedere quantomeno la legge
elettorale.Pertanto quei 300.000.000 di euro necessari per votare
questa genteche dopo qualche mese di scaldamento poltrone matura
una pensione favolosa potrebbero essere impiegati per sostenere
quei pensionatiche dopo una vita di lavoro si vedono costretti a
raccattare la frutta ela verdura di scarto ai mercati generali per
riuscire a mettere qualcosain pentola,oppure potrebbero essere
utilizzati a sostenere quei giovani che dopo tanti anni di
contratti a termine non sanno nemmeno se la
pensione riescono a maturarla!



ciao


firma.gif

7 commenti:

IsaFelina ha detto...

Zuuuuuuu, in ritiro spiritual per pensare vicino a Luisa.
Un beso , te seguooooo

ratatouille ha detto...

è una bufala che circola su internet,
copio ed incollo...

La questione riguarda coloro che, scontenti di come vanno le cose,
hanno deciso di votare scheda bianca o nulla o di non andare proprio
a votare. In queste email si invita tutte queste persone ad andare ai
seggi e mettere in atto un comportamento che viene presentato come
legittimo, quello di rifiutare la scheda e di far mettere a verbale
il perchè del rifiuto, ma che legittimo non è. Viene poi detto che il
voto bianco o nullo andrebbe a favore di chi prenderà più voti.
Niente di più falso.

Anche la legge "porcellum" voluta dal governo di destra del 2005,
prevede che per il calcolo delle percentuali, per l'assegnazione dei
seggi e per il calcolo degli sbarramenti, vengano considerati solo ed
esclusivamente i VOTI VALIDI, con l'esclusione quindi dei voti
bianchi e nulli. Il voto bianco e nullo ha come unico effetto quello
di far abbassare la quantità di VOTI VALIDI necessari per raggiungere
i quorum di sbarramento.

Inoltre non è prevista da alcuna norma la possibilità di recarsi al
seggio per rifiutare la scheda facendo mettere a verbale una propria
dichiarazione sul perchè del rifiuto. I reclami di cui si parla nella
legge elettorale possono riguardare solo ed esclusivamente il
corretto svolgimento delle operazioni elettorali (timbratura delle
schede, accertamento della identità degli elettori, spoglio dei voti
ecc) e non certo la messa in discussione della legge elettorale
stessa che deve essere fatta con ricorsi specifici all'ordinamento
giudiziario.

Rifiutare la scheda e chiedere di mettere a verbale una propria
dichiarazione si configura invece come TURBATIVA DEL CORRETTO
SVOLGIMENTO delle operazioni di voto (art. 44 D.P.R. 30 marzo 1957,
n. 361) dando la possibilità al presidente di far intervenire la
forza pubblica per il ripristino del corretto svolgimento delle
operazioni di voto.

A noi sembra del tutto evidente che ci sia il tentativo di creare
turbamento delle elezioni inducendo gli elettori a mettere in atto
comportamenti non corretti sul piano del rispetto delle regole, DANDO
LA POSSIBILITA' DI MILITARIZZARE IL VOTO. E' anche del tutto evidente
chi può trarre vantaggio dal turbamento delle elezioni.

Invitiamo quindi tutti i nostri lettori a non cadere nelle "bufale
internettiane sul non voto" e a vigilare attentamente sullo
svolgimento delle elezioni perchè la democrazia non c'è l'ha regalata
nessuno. Ognuno voti secondo coscienza senza bisogno di dare adito a
turbative che vanno ad esclusivo vantaggio di chi vuole stracciare la
democrazia.

Per chi volesse leggere il testo integrale delle leggi elettorali
vigenti può scaricarlo dal sito della Camera dei Deputati al seguente
indirizzo:

http://www.camera.it/files/pdf/documenti/MANUALE_11marzo2008.pdf

cinquetto ha detto...

Testo Unico delle Leggi Elettorali, D.P.R. 30 marzo 1957, n. 361 - Art.
104 - Par. 5 5

A me non sembra tanto una bufala sta sul sito senato.it..copio incollo anchi'io Il segretario dell'Ufficio elettorale che rifiuta di inserire nel processo verbale o di
allegarvi proteste o reclami di elettori è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni
e con la multa sino a lire 4.000.000 (216)
.
(216) La misura della multa è stata così elevata dall'art. 3, L. 12 luglio 1961, n. 603, nonché dall'art.
113, primo comma, L. 24 novembre 1981, n. 689. Per effetto dell'art. 24 c.p. l'entità della sanzione non
può essere inferiore a lire 10.000. La sanzione è esclusa dalla depenalizzazione in virtù dell'art. 32,
secondo comma, della citata L. 24 novembre 1981, n. 689

Mi sa che bisognerebbe informarsi prima di dire che sono bufale che corcolano su internet dato che seno le uniche leggi attualmente in vigore!!

cinquetto ha detto...

Dimenticavo ...ho letto la legge da te citatta e ovviamente copiaincolo (che facile)
(art. 44 D.P.R. 30 marzo 1957,
n. 361)
Il presidente della sezione è incaricato della polizia dell'adunanza. Può disporre
degli agenti della Forza pubblica e delle Forze armate per fare espellere od arrestare
coloro che disturbino il regolare procedimento delle operazioni elettorali o commettano
reato.
La Forza non può, senza la richiesta del presidente, entrare nella sala delle elezioni.

Non mi sembra che citi in nessun modo il fatto che mettere al verbale il rifiuto del voto sia considerato una turbativa..Scusa ma documentarsi è d'obbligo!

IsaFelina ha detto...

Hummmmmmm, soy preocupada Maurizio??? Que onda??? no te sentimos ni da ki ni da kua...ke passa?
Spero ke tutto bene , un pensierino :*

IsaFelina ha detto...

Sto a pensare ke hai dimenticato la password de blogger ...Fatte sentire
Cuidate , besos

IsaFelina ha detto...

Ecco , la hai dimenticata..te posso auitare ??? :P
Te ho letto sul Pinkito, penso ke stai bene solo un po stuffato ...
Besitos, cuidate