delegado ZERO
la más hermosa de todas las dudas es cuando los débiles y desalentados levantan su cabeza y dejan de creer en la fuerza de sus opresores

lunedì, ottobre 09, 2006

I miei anni 80

super_gulp

Viaggerò,godrò di tutto cio che la vita mi proporrà,percorrero il
cammino che mi sono preposto in totale libertà.Mi lascerò trasportare dall'irrestistibile attrazione degli spazi aperti..e scoprirò tutto quanto il mio viaggio nel mondo mi offrirà.


Un remember dei mei anni 80 quando non ne avevo nemmeno 20..questo era
il mio proposito piu grande...direi che le idee erano gia allora
abastanza chiare...Adesso (quasi 30 anni dopo) sento che ho rispettato
il mio desiderio,tanti viaggi,tante esperienze,tante culture,sento che
faccio parte di quel disegno di quasi trent'anni fà che la mia immagine
si integra perfettamente in ogni posto che ho visitato,in ogni paeseggio
,in ogni esperienza a cui ho partecipato e ogni spostamento,ogni sguardo,
ogni paese,forma parte dei miei ricordi,senza avere la possibilita di evitarlo..Anche le persone che nel frattempo ho conosciuto,le amicizie
che si sono create.Amicizie che perdurano al di sopra delle differenze
(di idee,di pelle,di religione),delle difficoltà e delle incidenze che
si producono strada facendo!Perchè le parole perdono tutto il loro senso
e ne aquisiscono uno nuovo,quando ci rendiamo conto che si tratta di
molto piu che amicizia bisogna aggiungere la complicità di condividere
esperienze uniche e irripetibili,di vivere momenti che molto
probabilmente non torneranno più..Vorrei che la mia curiosità nei
confronti della vita non si affievolisse mai,ho scoperto che solo cosi
nel mio interiore,non c'e solo un mero interesse per il materiale,(per
le macchine,le case,i soldi),per il cuotidiano...ma l'interesse va molto
oltre..E' il momento di leggere la vita tra le righe,e percepire che
tutto cio che essa ci riserva,(amicizie,musica,credenze,attitudini,
esperienze,luoghi..ecc..ecc) ,insieme alle immagini,lo stile,il
carattere, in modo quasi impercettibile pero inevitabile,e senza possibilità di marcia indietro ci costringe a formare parte di quel puzzle che gia ci eravamo preposti di cotruire da ragazzi...quando ci rendiamo conto di ciò che siamo e di quello che vorremmo diventare,scegliamo il nostro destino,e molte volte ne siamo anche gli artefici!Per me gli anni 80 (quando nascono le tv commerciali, Paolo Rossi, l'Hombre del partido,il cinema splatter a partire da Kubrick, Craven, Romero e Dario Argento. Tra i film più rassicuranti "Il tempo delle mele" e "Flashdance".Paninari, metallari, dark, new romantic, punk.
Il terremoto in Irpinia la caduta del muro di Berlino, dalle nozze di Lady Diana a Chernobyl,ecc..ecc)
sono stati un trampolino di lancio verso cio
che era,è,e sarà il mio destino..

ciauzzz

2 commenti:

Isa ha detto...

Sono entratta in tuo blog con "wordy rappingwood" , jajaj tanti ricordi..Scegliamo il nostro
destino...verissimo..con le nostre azione, ecc..Lo ke e fatto e fatto..
Un bel post Genio :-P.
Buon inizio di settimana :-*

yashix ha detto...

L'impatto dell'atterraggio di quel trampolino di lancio è stato pazzesco... wow... dai miei 10 ai miei 20 anni dove sono successe le
cose più belle dall'infantile al cominciare a capire com'è la vita.
Mentre poi dai 90 ad ora stò vedendo sempre meglio quello che potrebbe essere il mio destino...
madooo... dovranno inventare la macchina del tempo ..ci passarei tutti i miei week-wnd negli anni ottanta... ma sì!! arrivando anke fino al 1995 ...non oltre..
Buona Giornata 5 ;)